‘Mpanatigghi 5/5 (1)

mpanatigghi

‘Mpanatigghi

Durata 1 h + 2 h di riposo

Difficoltà  Intermedia

Origine Sicilia

Tra i dolci siciliani vi sono gli ‘mpanatigghi, una specialità di Modica davvero particolare. Infatti sono dei biscotti a forma di semiluna farcini con un impasto ricco di ingredienti come mandorle, cacao, cannella, noci, chiodi di garofano, ma soprattutto la vera peculiarità, è che vi è anche la carne macinata di manzo. Il nome sembrerebbe derivare da ‘empanadillas‘ termine spagnolo per indicare dei fagottini ripieni di vari ingredienti, e quindi molto probabilmente sono da far risalire al periodo di dominazione spagnola dell’isola. Alcuni fanno risalire la loro prima preparazione ad un monastero di suore, che per poter fornire un pasto sostanzioso anche nei periodi di digiuno, nascondevano la carne insieme alla frutta secca. Altri invece la ritengono un’antica preparazione a base di carne di cacciagione che per imbonire il forte sapore veniva aromatizzata con forti spezie, tra cui anche il cacao.

Ingredienti

Per 4 persone.

Per la pasta frolla:

  • 400 gr di Farina
  • 100 gr di Zucchero
  • 100 gr di Strutto
  • 4 Uova (tuorli)
  • Sale
  • Zucchero a velo

Per la ripieno:

  • 200 gr di Zucchero
  • 200 gr di Mandorle
  • 200 gr di Carne di manzo macinata
  • 100 gr di Cioccolato di Modica
  • 100 gr di Noci
  • 4 Uova (albumi)
  • Cannella
  • Chiodi di garofano

Procedimento

Per prima cosa prepariamo l’impasto, dato che poi dovrà riposare per qualche ora in frigo prima di utilizzarlo.

Prendete le mandorle, le noci e una tavoletta di cioccolato di modica e mettetelo in un mixer. Frullate il tutto fino ad ottenere una graniglia fine (non farina).

A questo punto, prendete la carne macinata di manzo e fatela rosolare per bene in una padella antiaderente (in modo che non si attacchi). Quando la carne risulterà ben rosolata, aggiungete la graniglia di cioccolato e frutta secca. Mescolate per bene.

Poi aggiungete un po’ di cannella in polvere, lo zucchero, e un pizzico di chiodo di garofano in polvere (schiacciatelo prima di utilizzarlo). Continuate a mescolare per bene a fiamma media finchè non vedrete cacao e zucchero rendere più omogeneo l’impasto. Spegnete e lasciate raffreddare. Quando l’impasto avrà raggiunto la temperatura ambiente, montate a neve gli albumi delle uova (i tuorli li conserviamo per la pasta frolla) e poi unitelo al composto mescolando per bene il tutto. Lasciate poi riposare l’impasto in frigo per almeno un paio d’ore.

Mentre il ripieno si sta riposando in frigo, possiamo cominciare a fare la pasta frolla per gli ‘mpanatigghi. Potete usare una planetaria per impastare, oppure preparare una semplice spianatoia. Versate la farina formando la classica fontana, aggiungete al centro i tuorli d’uovo (gli albumi li avete usati per il ripieno), lo zucchero, lo strutto tagliato a pezzettini ed un pizzico di sale. Cominciate ad impastare facendo incorporare tra di loro gli ingredienti. Qualora l’impasto non dovesse essere sufficientemente umido, aggiungete un po’ di acqua (dipende dalle uova). Continuate ad impastare fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto formate una palla con l’impasto, avvolgetela nella pellicola trasparente e lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti.

mpanatigghi 01

Trascorso il tempo, tirate fuori dal frigo sia l’impasto che la palla di pasta frolla. Ora siamo pronti per preparare gli ‘mpanatigghi. Rimuovete la pellicola trasparente dalla palla di pasta frolla e su di una spianatoia precedentemente infarinata, stendete una sfoglia di circa 2 mm di spessore (anche di più, non deve essere sottile). Poi con l’aiuto di un coppapasta, ritagliate tanti piccoli cerchi di circa 10-12 cm. Al centro di ogni cerchio disponete un po’ di ripieno. Poi chiudete a mezzaluna gli ‘mpanatigghi e con le dita sigillate i bordi. Se vi piace il bordo dentellato potete usare una ruota dentata per ritagliare i bordi e sigillarli allo stesso tempo. Riprendete i ritagli di pasta frolla, reimpastatela nuovamente e e stendete nuovamente una sfoglia. Ripetete l’operazione fino ad esaurimento degli ingredienti.

Una volta pronti tutti gli ‘mpanatigghi, disponeteli su di una teglia dal fondo imburrato (o potete interporre della carta da forno) e poi con un coltello o delle forbici praticate una piccola incisione sulla sommità di ciascuno di essi. Infornate a 180°C e lasciate cuocere per circa 15-20 minuti. Una volta cotti, sfornateli e lasciateli raffreddare.

Gli ‘mpanatigghi vanno serviti a temperatura ambiente (non vanno mangiati assolutamente caldi, meglio attendere almeno un’ora) e con uno strato sottile di zucchero a velo versato poco prima di servire.

Dai il tuo voto