Peposo fiorentino 4.5/5 (2)

peposo fiorentino

Peposo fiorentino

Durata   5 h
Difficoltà  Intermedia
Origine Toscana

Il peposo è una ricetta tipica fiorentina, in cui uno spezzatino di carne viene fatta stufare nel Chianti, un vino rosso robusto, e con l’aggiunta di una buona dose di pepe in grani, da qui il nome con cui viene chiamato. Si dice che questo piatto sia nato ad Impruneta, una località dei colli Fiorentini, dai lavoratori delle fabbriche di mattoni, che lavoravano alle fornaci per produrre il materiale edile necessario per la costruzione di molte meraviglie architettoniche che oggi possiamo ammirare a Firenze, come la cupola di Santa Maria del Fiore, opera di Brunelleschi. Questi operai, stando moltissime ore davanti alle fornaci, mettevano dei tegami di coccio vicino alle fornaci con all’interno tutto quello che avevano a disposizione, tra cui piccoli pezzi poveri di carne, bicchieri di vino e pepe. La cottura lentissima ammorbidiva le carni dure, rilasciando inoltre un buonissimo sugo grazie al vino e agli aromi aggiunti. Ecco qui come è nato il peposo.

Oggi si utilizzano tagli di carne molto più pregiati e la preparazione è fatta sui fornelli. Comunque assaggiando questo piatto si può capire lo spirito della popolazione dell’epoca che molto apprezzava le carni ed i sughi prodotti dalle lunghe cotture.

Abbinamento vinoVino in Abbinamento: Bolgheri Rosso DOC

locale Dove Mangiare: Osteria Il Grottino – Arezzo

Ingredienti

Per 4 persone:

  • 1 Kg di Polpa di Manzo
  • 1 bottiglia di vino rosso Chianti
  • 1 cucchiaio di Pepe nero in grani
  • 1 cucchiaio di Concentrato di Pomodoro
  • 2 foglie di Alloro
  • 1 rametto di Rosmarino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 tazze di Brodo di Pollo
  • Olio extravergine di Oliva
  • Sale

Procedimento

Prendete la carne di manzo e tagliatela a piccoli pezzi, in modo da ottenere uno spezzatino.

Prendete la cipolla, mondatela, e tritatela finemente.

Prendete un tegame di coccio abbastanza capiente (il migliore per le lunghe cotture) altrimenti utilizzate una casseruola di metallo. Aggiungete un filo d’olio e lo spicchio d’aglio schiacciato, l’alloro, il rosmarino e la cipolla tritatata. Lasciate soffriggere il tutto per circa 5-6 minuti, finchè la cipolla non si sarà imbiondita. Poi a fuoco vivace aggiungete lo spezzatino di carne e fate rosolare il tutto per bene per circa altri 5 minuti. Mescolate spesso in modo che la rosolatura della carne sia uniforme in ogni parte. Smorzate il tutto con parte del vino, poi aggiungete una tazza di brodo in cui avete disciolto il concentrato di pomodoro. Regolate di sale e lasciate la cottura a fuoco lento per circa 30 minuti. Mettete il coperchio per evitare l’eccessiva evaporazione.

Trascorso il tempo aggiungete i grani di pepe, il restante vino e il restante brodo e continuate la cottura per altre 2 ore, a fuoco lentissimo, tenendo il coperchio. Per l’ultima mezz’ora, togliete il coperchio e lasciate evaporare in modo da asciugare il liquido in eccesso a fuoco più vivace.

Servire il peposo fiorentino ben caldo, magari accompagnato con dell’ottima pane tostato.

Dai il tuo voto