Silter

formaggio Silter

Silter

lombardia Origine: Lombardia

Silter è un formaggio tipico della Valcamonica in Lombardia. Questo formaggio deve il suo nome al luogo di conservazione e stagionatura, le casere, che in dialetto locale vengono chiamate, appunto, silter. Questo formaggio è il rappresentante delle antiche tradizioni casearie locali, infatti viene ancora prodotto nelle malghe in maniera artigianale. Nel periodo invernale, data l’impossibilità della produzione in tale maniera, questa viene trasferita in piccoli caseifici presenti in fondovalle.

Per quanto riguarda la sua preparazione, il latte crudo proveniente da due o più mungitura viene riscaldato a 30-32°C dove viene fatto cagliare. Una volta formata la cagliata (circa 40 minuti dopo), si rompe e si cuoce a 46°C per circa 30 minuti. Si lascia poi riposare il tutto e la massa viene poi estratta e riposta nelle fascere, dove viene lasciata scolare e riposare per alcune ore. Si rimuove poi la forma di formaggio dalle fascere e la si sottopone a salatura a secco o in salamoia.

I formaggi silter così ottenuti vengono poi posti a stagionare per un periodo standard di almeno 100 giorni. Parte della produzione continua la stagionatura fino ed oltre i 200 giorni, per ottenere un formaggio più maturo e granuloso, adatto per essere grattugiato.

Il formaggio Silter ha una pasta compatta di colore bianco con tendenza al giallo, mentre la sua crosta è dura con un colore che va dal giallo paglierino per gli esemplari meno stagionati per andare via via scurendosi fino al bruno per quelli più stagionati.

 

Dai il tuo voto